Cosa sono le bande di Bollinger

Molti di voi che hanno iniziato a fare trading online da più tempo o da meno tempo avranno sentito parlare delle Bande di Bollinger, in questo breve articolo vi spiegheremo cosa siano e il loro utilizzo.

Partiamo per gradi facendo chiarezza su cosa siano le Bande di Bollinger e chi le abbia create. Le Bande di Bollinger fanno parte degli indicatori di volatilità nel trading, è uno degli strumenti più importanti e più utilizzati dai trader.

Le Bande di Bollinger furono formulate negli anni 80′ dall’analista John Bollinger da qui il nome dell’indicatore. Il Signor Bollinger basandosi sul lavoro precedentemente svolto da John Hurst, lo affino tramite l’utilizzo di strumenti matematici.

Cosa sono le bande di Bollinger
Cosa sono le bande di Bollinger

Questo importante lavoro di perfezionamento svolto da John Bollinger gli fruttò un grande riconoscimento nel 2005 l’Annual Award for Outstanding Contribution to the Field of Technical Analysis della Market Technicians Association e nel 2015 l’ IFTA Lifetime Achievement Award dell’International Federation of Technical Analysts.

Cosa sono le Bande di Bollinger

Le Bande di Bollinger sono uno degli strumenti più utilizzati dai trader di tutto il mondo, in sostanza sono una media mobile a 20 periodi del prezzo.
Le medie mobili sono degli indicatori di analisi tecnica che servono per seguire l’andamento del mercato e scegliere le strategie da attuare.

Le Bande di Bollinger furono inventante per definire la volatilità del mercato, ma con il tempo furono accostate ad altri indicatori per decifrare le possibili inversioni di trend del mercato, nei momenti di Buy “vendita” e Sell “comprare“.

Come si usano le Bande di Bollinger

Le bande di Bollinger ci suggeriscono le possibili fluttuazioni dei prezzi all’interno i un range ben preciso. L’uso più comune di questo indicatore di volatilità è basato per captare il mercato,sia quando è rialzista che ribassista.

Le Bande di Bollinger si decodificano al livello grafico in questo modo:

  • Quando il prezzo sarà in fase rialzista si spingerà verso l’alto, spingendosi nella parte superiore della banda;
  • Invece nel caso opposto quando il prezzo sarà in fase ribassista si andrà a posizionarsi nella parte inferiore della banda;
  • Per comprendere quando ci troviamo invece in una fase di inversione di trend, si avrà un’uscita al di fuori di una delle due bande per poi rientraci velocemente.

Questo indicatore lo si trova in tutte le piattaforme di Broker.

Come dicevamo in precedenza le Bande di Bollinger sono degli ottimi indicatori di analisi tecnica, questo perché sono molto intuitive e facili da usare e interpretare anche per i trader più inesperti.

Molti trader utilizzano le Bande di Bollinger accostandole all’oscillare RSI, di solito questo accostamento lo fa chi utilizza il trading online con la strategia Intraday.

Approfondire questo strumento di analisi tecnica è fondamentale nelle più svariate strategie di tradnig.

Come ottenere le Bande di Bollinger

Entrando nello specifico della costruzione delle Bande di Bollinger andiamo ad approfondire la parte tecnica.

Le Bande di Bollinger si compongono nel seguente modo:

  • Vi è una media mobile lineare a N (giorni) che rappresenta la linea centrale;
  • C’è una banda superiore che viene ottenuta da una media mobile lineare a cui si somma 2 volte la deviazione standard;
  • L’ultima banda inferiore si ottiene da una media mobile lineare a cui si sottrae 2 volte la deviazione standar.
  • Queste curve si ottengono esclusivamente dallo storico del prezzo, sovrapponendo la curva dei prezzi a queste tre linee si riesce ad avere un aspetto dell’andamento dei prezzi nel tempo, notando l’area dove i prezzi siano contenuti.

Vantaggi e svantaggi delle Bande di Bollinger

Uno degli svantaggi delle Bande di Bollinger è che sono poco resistenti nei periodi volatilità del mercato, questo perché non sono molto ferrate nel seguire le continue mutazioni di prezzo, ecco perché è vivamente consigliato di accostare questo indicatore ad altri indicatori e oscillatori di analisi tecnica.