LE BANDE DI BOLLINGER

LE BANDE DI BOLLINGER

Le bande di bollinger (Bollinger Bands) sono uno strumento di analisi tecnica che indica se il prezzo di uno strumento è elevato o basso su base relativa. Questo indicatore è stato creato da John Bollinger nel 1980, le bande di Bollinger possono essere utilizzate per una vasta gamma di strumenti finanziari. Che possono essere indici, azioni, coppie valutarie ecc.

Le bande di Bollinger è composto da tre righe sul grafico. La linea media dell’indicatore è la media mobile semplice (SMA) del prezzo dello strumento. La banda superiore è la SMA più due deviazioni standard. La banda inferiore è la SMA meno due deviazioni standard.

Questo indicatore di analisi tecnica, le bande di Bollinger indicano quando uno strumento è in territorio ipercomprato o ipervenduto. Se il prezzo dello strumento si sposta verso la fascia superiore, questo ci segnala che è ipercomprato. Se invece il prezzo del bene si sposta nella fascia inferiore, questo segnala che è ipervenduto.

Possono anche essere usate per valutare la volatilità. Durante il periodo di negoziazione calmo, le banda si restringono. Quando i movimenti dei prezzi sono volatili, le bande si allargano. Le bande di Bollinger sono tra i più utilizzati dai trader. Se viene combinato con altri indicatori, possono aiutare i trader a trarre profitti dalle condizioni di ipercomprato e ipervenduto sul mercato.

Ma come si utilizzano le bande di Bollinger?

Quando applichiamo le bande di Bollinger al grafico, gli investitore vede tre linee. Come abbiamo detto prima, la linea media è la media mobile semplice dello strumento (SMA). Questa è la media del prezzo per un determinato periodo di tempo. Generalmente sono 20 giorni. Entrambe i lati della SMA sono una banda di Bollinger. Le bande di Bollinger sembrano una busta attorno al prezzo del bene. Le larghezze delle bande sono determinate dalla deviazione standard. La deviazione standard si riferisce alla volatilità dei movimenti dei prezzi dello strumento.

Le banda di Bollinger possono essere usate in tutti i tempo, inclusi i grafici settimanali, giornalieri o di cinque minuti. Le impostazioni possono essere personalizzate per adattarsi a diversi stili di trading. Quando il prezzo dell’attività si sposta verso la fascia superiore, questo è un segnale che è ipercomprato. Quando il prezzo dello strumento si sposta verso la banda inferiore questo identifica che è ipervenduto.

Le bande di Bollinger possono essere impostate su tempo diversi e adattate alle diverse strategie di trading. Per esempio un trader a lungo termine nel prezzo di uno strumento può preferire impostare le bande su un grafico mensile. Mentre un trader a breve termine potrebbe impostare le bande di Bollinger su un grafico di cinque minuti. In realtà, non esiste un unico miglior calendario per le bande di Bollinger Il periodo di tempo utilizzerà dipenderà dalla strategia dei trader.

Come indicatore di trading, le bande di Bollinger non sono perfette, e vengono utilizzate con altri indicatori di analisi tecnica. Spesso insieme alle bande vengono utilizzati indicatori come Medie Mobili, Indicatori stocastici, Intervallo vero medio (ATR), Canali di Keltner. Esistono anche molte strategie che i trader usano con le bande di Bollinger.

In conclusione, le bande di Bollinger sono uno strumento di analisi tecnica. Le bande vengono usate per analizzare la volatilità e la forza del trend. Le bande di Bollinger possono anche prevedere inversione di tendenza. Questo indicatore a tre linee su un grafico. La linea media è la media mobile dello strumento, mentre la linea superiore e inferiore si basano sulla deviazione dei movimenti dei prezzi. Le bande di bollinger vengono utilizzate da molti trader, insieme ad altri indicatori, come parte di una strategia di trading.